Il bambino e i suoi bisogni

Il bambino e i suoi bisogni

Per genitori o educatori, è importante riconoscere il bambino come soggetto con bisogni e desideri, per poter rispondere alle loro esigenze di crescita.
Spesso viene trascurata la grande energia del bambino e il suo bisogno di utilizzarla nella Natura in quanto luogo privilegiato nel dare senso e risposta a tanta creatività.

Maria Montessori afferma: “Le energie muscolari dei bambini anche piccolissimi sono superiori a quanto supponiamo: ma per rivelarcele occorre la libera natura”
Cosa vuol dire questo?

Vuol dire che i bambini hanno necessità di calarsi nella Natura e di sperimentarla profondamente e completamente. Questo significa che non basta permettere al bambino di osservare un prato senza sporcarsi e senza sudare troppo, ma fondamentale sarebbe lasciare all’infante la libertà di approcciarsi ed esprimersi con ogni strumento a sua disposizione.

Di cosa ha bisogno un bambino?

Il bambino ha bisogno di perdersi tra i colori del cielo e dell’erba, correre nei prati in fiore, sporcarsi con la terra, ascoltare i suoni tra gli alberi, toccare ogni elemento, respirare il profumo del vento, quindi CONOSCERE. Un contatto sterile con gli elementi naturali non aiuta alla crescita sana dell’infante, anzi lo costringe e lo stringe in regole inutili e angoscianti. Nessuna tecnica scolastica messa in atto all’interno di un’aula potrà mai insegnare ciò che regala un giorno di scuola insieme a Madre Natura.

Cosa accade se i bambini non possono esprimere la propria energia?

A rispondere, ancora una volta è l’infinita saggezza di Maria Montessori: “Quando ristretto da noi, degenerato e irritato dalla prigionia, egli uccide insetti o piccoli e innocui animaletti, ci sembra naturale; e non ci accorgiamo che quell’anima è già diventata estranea alla Natura.”

Un bambino cui viene negato il suo bisogno di libertà, rivolge le sue energie a comportamenti aggressivi che hanno la funzione di scaricare la tensione e dar comunque forma alla sua forza implosa.

Dunque considerare il bambino e i suoi bisogni diventa essenziale per garantire uno suo sviluppo sano ed equilibrato.

“Il bimbo, in città, dopo una breve passeggiata, si dichiara stanco… Ma il suo languore viene dall’artificio dell’ambiente.. Egli è al guinzaglio, l’accidia lo involge e vorrebbe essere trascinato”. Provate ad immergere i vostri bambini nella Natura!E’ lì che verrà rivelata la loro forza.

LO STAFF DI PSICOLOGINHOUSE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *